Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: Lombardia, blocchi PERENNI Euro 0: il punto

  1. #1
    Mr Maggiolino
    Data Registrazione
    13/08/2003
    Messaggi
    1,539

    Lombardia, blocchi PERENNI Euro 0: il punto

    Come avrete sentito, dal 1° Ottobre 2018 entrano in vigore in gran parte della Regione Lombardia blocchi alla circolazione PERENNI per:
    - benzina Euro 0
    - diesel Euro 0, 1, 2 e 3

    I blocchi avvengono secondo queste modalità:
    - dal lunedì al venerdì, escluse festivi infrasettimanali
    - dalle ore 7,30 alle ore 19,30
    - permanentemente tutto l’anno
    , tranne per i diesel Euro 3 per i quali vale dal 1/10 al 31/3

    La novità è dunque che il blocco vale 365 giorni/anno e non più da Ottobre a Marzo come gli anni scorsi.

    I blocchi valgono per i 209 Comuni di Fascia 1 e nei 570 Comuni di Fascia 2 (per i diesel Euro 3, il blocco nel Comuni di Fascia 2 si limita a quelli con più di 30.000 abitanti).

    Esistono delle esenzioni che ci riguardano?
    Sì:
    - veicoli muniti di impianto, anche non esclusivo, alimentato a gas naturale o gpl, per dotazione di fabbrica o per successiva installazione (solo per i veicoli a doppia alimentazione benzina-gas)
    - veicoli di interesse storico o collezionistico ai sensi dell’articolo 60, comma 4, del D.lgs. n. 285/1992 (ovvero ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI) e i veicoli con più di vent’anni e dotati dei requisiti tecnici previsti dall’articolo 215 del decreto del Presidente della Repubblica n. 495 del 16 dicembre 1992 (che potete leggere qui, pagina 126) in possesso di un documento di riconoscimento redatto secondo le norme del Codice tecnico internazionale della Fédération Internationale des Véhicules Anciens (FIVA), rilasciato da associazioni di collezionisti di veicoli storici iscritte alla FIVA o da associazioni in possesso di equipollente riconoscimento regionale

    Detto in altri termini:
    - o hai l'impianto a metano o gpl
    - o sei iscritto ASI
    - oppure devi avere un documento di riconoscimento rilasciato da associazione di collezionisti iscritte FIVA o da associazioni in possesso di equipollente riconoscimento regionale; è tuttavia da un ventennio che la Regione non chiarisce cosa sia l'equipollente riconoscimento regionale per i club di auto storiche: proveremo ancora a chiedere, sperando in un chiarimento.

    AGGIORNAMENTO PER ALTRE REGIONI (limitiamo il discorso ai benzina Euro 0).
    Per quanto riguarda la Regione Piemone, il blocco è il più duro di tutti:
    - per 365 giorni/anno, divieto di circolazione per tutta la giornata (0-24)
    (sembra però limitatamente all'area metropolitana + comuni con più di 20.000 abitanti)

    Esenzioni?
    - la delibera non fa alcuna menzione alle alimentazioni metano/gpl, quindi si desume che non siano previste esenzioni per queste alimentazioni
    - la delibera dice poi che sono esentati "i veicoli di interesse storico e collezionistico, solo per la partecipazione a manifestazioni o per il tragitto verso l’officina o il centro autorizzato dove farlo revisionare o rottamarlo e con la documentazione in regola", evidentemente rimandando alla interpretazione del Codice della Strada sulla definizione di 'interesse storico e collezionistico' (quindi ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo).

    Questa la pagina ufficiale del sito della Regione.



    Per quanto riguarda la Regione Emilia-Romagna, il blocco è come segue:
    - da lunedì 1° ottobre a domenica 31 marzo 2019, dalle 8.30 alle 18.30 dal lunedì al venerdì

    Esenzioni?
    - la delibera dice "veicoli di interesse storico e collezionistico, di cui all’art. 60 del Nuovo Codice della Strada, iscritti in uno dei seguenti registri: ASI, StoricoLancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo,Storico FMI, limitatamente alle manifestazioni organizzate"

    Questa la pagina ufficiale del sito della Regione.



    Per quanto riguarda la Regione Veneto:
    - dalle 8.30 alle 18.30 dal lunedì al venerdì, e riguarderà i diesel fino a Euro 3 e i benzina Euro 0 e 1

    Esenzioni?
    Purtroppo al momento non troviamo traccia sul sito della Regione della direttiva regionale e non sappiamo dire se siano previste esenzioni.







    In conclusione:
    1) Generale inasprimento e sostanziale limitazione all'uso nei soli weekend
    2) Regolamentazione all'italiana: confusa e variabile da Regione a Regione, da Provincia a Provincia e da Comune a Comune
    3) Forse che..."Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi"? - Tancredi, da 'Il Gattopardo'.
    Ultima modifica di Michele; 30/09/2018 alle 21:50

  2. #2
    Maggiolinista Jr
    Data Registrazione
    20/03/2011
    Messaggi
    60
    Alla luce di questi provvedimenti paradossali, il Maggiolino Kafer Club come intende agire?
    Non essendo federato ASI, e non essendo un registro riconosciuto, che potere possono avere i suoi Soci per opporsi alle limitazioni o perlomeno "limitare i danni"?
    L'unica soluzione è sempre e solo quella di ingrassare le casse dell'ASI (visto che i nostri veicoli non possono essere iscritti nei 3 registri delle auto italiane)?
    Inoltre, le auto "personalizzate" ma ancora legali, ad esempio con misure gomme corrette ma con cerchi in lega non creati per quella vettura (come i Maggiolini con cerchi Porsche), come faranno visto che ASI non ammette la pur minima modifica?

  3. #3
    Mr Maggiolino
    Data Registrazione
    13/08/2003
    Messaggi
    1,539
    Citazione Originariamente Scritto da lbswagen Visualizza Messaggio
    Alla luce di questi provvedimenti paradossali, il Maggiolino Kafer Club come intende agire?
    Non essendo federato ASI, e non essendo un registro riconosciuto, che potere possono avere i suoi Soci per opporsi alle limitazioni o perlomeno "limitare i danni"?
    L'unica soluzione è sempre e solo quella di ingrassare le casse dell'ASI (visto che i nostri veicoli non possono essere iscritti nei 3 registri delle auto italiane)?
    Inoltre, le auto "personalizzate" ma ancora legali, ad esempio con misure gomme corrette ma con cerchi in lega non creati per quella vettura (come i Maggiolini con cerchi Porsche), come faranno visto che ASI non ammette la pur minima modifica?
    Il punto è prettamente legale e non c'è purtroppo molto da fare.

    Il Codice della Strada riconosce infatti come motoveicoli e autoveicoli di interesse storico e collezionistico solamente quelli che rientrano nelle specifiche dell'art. 60, par. 4:
    "Rientrano nella categoria dei motoveicoli e autoveicoli di interesse storico e collezionistico tutti quelli di cui risulti l'iscrizione in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI.".

    Per farla semplice, se il mezzo non rientra in queste categorie, è solo un Euro 0 e non c'è club o associazione che tenga.

    Quando, circa 20 anni fa, la Lombardia introdusse i primi blocchi, MKC Italia protestò vivamente e - unico club - fece addirittura ricorso al TAR, che venne rigettato.

    La stessa Regione Lombardia (solo caso fra tutte le Regioni) lascia uno spiraglio aperto, perché la sua Direttiva Regionale riporta testualmente come esenzioni dai blocchi):
    "veicoli di interesse storico o collezionistico ai sensi dell’articolo 60, comma 4, del D.lgs. n. 285/1992 e i veicoli con più di vent’anni e dotati dei requisiti tecnici previsti dall’articolo 215 del decreto del Presidente della Repubblica n. 495 del 16 dicembre 1992 in possesso di un documento di riconoscimento redatto secondo le norme del Codice tecnico internazionale della Fédération Internationale des Véhicules Anciens (FIVA), rilasciato da associazioni di collezionisti di veicoli storici iscritte alla FIVA o da associazioni in possesso di equipollente riconoscimento regionale"

    Ecco: associazioni in possesso di equipollente riconoscimento regionale.
    Bene.
    Purtroppo, ad oggi, la Regione non ha ancora emanato istruzioni su questo fantomatico riconoscimento regionale.
    E siamo da capo.

    Come MKC Italia stiamo prendendo contatti con importanti club di auto d'epoca nazionali, i quali hanno tutti gli stessi problemi, per cercare una soluzione comune, che al momento è difficile da immaginare.

    Tanto più che i governatori delle regioni fanno a gara a chi si mostra più muscoloso nell'emanare regolamenti restrittivi di valore locale; ne è un esempio il Piemonte, dove non c'è ASI che tenga: tutti gli Euro 0, di ogni ordine e grado, hanno il divieto di circolazione assoluto, 365 giorni/anno, 24h/24h (fatta eccezione per la partecipazioni a raduni, e solo per la via più breve, oppure per recarsi alla rottamazione (sic!)).

  4. #4
    Mr Maggiolino
    Data Registrazione
    13/08/2003
    Messaggi
    1,539
    L'utente Max Ronchetto del ns Gruppo Facebook ci informa che la Regione Piemonte è tornata sui suoi passi e ha limitato il blocco alla finestra lun-ven 8:30-18:30. Ha aggiunto anche l'esclusione per GPL e Metano.

    La Regione ha messo disponibile il seguente schema sintetico:



    La confusione regna comunque sovrana, con i singoli comuni che sovrappongo proprie ordinanze a quelle regionali.

  5. #5
    Nuovo Utente
    Data Registrazione
    23/06/2010
    Località
    Torino
    Messaggi
    4

    restrizioni PIEMONTE

    Buongiorno a tutti, stavo cercando informazioni se per caso si stia muovendo qualcosa dopo la pandemia da Covid.

    Io ho un 6v a Torino, portato peraltro oggi in revisione, ma anche se revisionato mi chiedo: che me ne faccio?

    in Piemonte le restrizioni sono h24, 365gg/anno a meno di partecipare ad una manifestazione, ma quest'anno sono praticamente tutte cancellate, almeno in condizioni normali si potrebbe dichiarare di andare alla manifestazione

    ogni tanto in Torino si vede qualche storica che gira nel weekend, ma siamo tutti passibili di blocchi e multe

    qualcuno (ASI?) sta facendo qualcosa che voi sappiate?

    grazie,
    Marco

  6. #6
    Nuovo Utente
    Data Registrazione
    23/06/2010
    Località
    Torino
    Messaggi
    4
    aggiungo una nota al mio messaggio, magari utile per chi vive a Torino.

    il centro e gran parte del territorio è vietato, ma per chi vive in certe aree (limitrofe o collina) mi pare si riesca a girare.

    a questo link si può vedere una legenda e si può accedere ad una mappa:
    http://www.cittametropolitana.torino...ni-interessati

    allego un'immagine valida per sabato 13 giugno (credo la mappa cambi in base ai giorni e restrizioni)
    l'area verde è interessata da blocchi permanenti

    le strade in verde scuro sono dichiarate come "Strade esentate dalle limitazioni del traffico"
    per cui basterebbe (se si abita in centro cercando di non essere 'beccati') cercare di raggiungere c.so Casale e poi a quel punto andare a nord o sud oppure passare dalla collina
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  7. #7
    Maggiolinista Jr
    Data Registrazione
    09/12/2014
    Messaggi
    269
    Citazione Originariamente Scritto da brunox Visualizza Messaggio
    ..in Piemonte le restrizioni sono h24, 365gg/anno a meno di partecipare ad una manifestazione,
    Ciò che scrivi non è esatto, a livello regionale in Piemonte sono ancora valide le restrizioni del 2018 cioè con il weekend "libero". Il problema sono le singole Amministrazioni Comunali che nel 2018 non avevano già delle proprie ordinanze ed hanno usato la famosa "Ordinanza Tipo" che ha adottato Torino, cioè il divieto pressoché assoluto.

    Quindi, a meno di non abitare in qualche comune governato dai nazi-ambientalisti, la circolazione è permessa nei weekend e di sera.
    "Indicare se cieco, sordo, imbecille, scemo di mente o mentecatto"- Censimento del Regno d'Italia - 1871

  8. #8
    Mr Maggiolino
    Data Registrazione
    13/08/2003
    Messaggi
    1,539
    Citazione Originariamente Scritto da Nigel68 Visualizza Messaggio
    Ciò che scrivi non è esatto, a livello regionale in Piemonte sono ancora valide le restrizioni del 2018 cioè con il weekend "libero". Il problema sono le singole Amministrazioni Comunali che nel 2018 non avevano già delle proprie ordinanze ed hanno usato la famosa "Ordinanza Tipo" che ha adottato Torino, cioè il divieto pressoché assoluto.

    Quindi, a meno di non abitare in qualche comune governato dai nazi-ambientalisti, la circolazione è permessa nei weekend e di sera.
    No, mi spiace, non è così. Qui l'ordinanza della Regione.

    In soldoni, dal 1° Ottobre 2019, è vietata la circolazione 365gg 24h/24h a "Torino, l’agglomerato torinese e i Comuni con oltre 20.000 abitanti dove i valori limite di polveri sottili e biossido di azoto sono superati per almeno tre anni, anche non consecutivi, nell’arco degli ultimi cinque".

    L'elenco ci questi Comuni, aggiornato anno per anno, è qui.

  9. #9
    Maggiolinista Jr
    Data Registrazione
    09/12/2014
    Messaggi
    269
    L'infografica delle Regione è chiarissima:
    "si applicano nei centri urbani dei Comuni con più di 20.000 abitanti* e nei Comuni dell’agglomerato urbano di Torino*dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18,30 e nelle domeniche ecologiche."

    A livello comunale è un altro discorso, ed è altrettanto chiaro ma io ho scritto A LIVELLO REGIONALE, quindi in condizioni normali. Quest'anno non mi pare ci siano stati i fatidici 10 giorni di superamento ma in ogni caso, DOPO IL 31 MARZO non vi sono più limitazioni, sempre a livello REGIONALE.

    Ripeto per l'ennesima volta fino allo sfinimento: valgono le ordinanze comunali (sulle strade comunali). L'ordinanza "TIPO" cioè quella pubblicata dalla Regione Piemonte PER ERRORE su stessa ammissione di Matteo Marnati, inutilmente restrittiva, è stata adottata SOLO da quei Comuni (oltre i 20k abitanti) che non l'avevano. Cuneo ad esempio ha una propria ordinanza in vigore dal 2008 che consente la circolazione delle auto storiche purché iscritte nei Registri e come tale resta in vigore.
    Ultima modifica di Nigel68; 15/06/2020 alle 11:54
    "Indicare se cieco, sordo, imbecille, scemo di mente o mentecatto"- Censimento del Regno d'Italia - 1871

  10. #10
    Maggiolinista Jr
    Data Registrazione
    09/12/2014
    Messaggi
    269
    E' un ginepraio, ma non bisogna fare confusione. Torino aveva una vecchia ordinanza, l'amministrazione dei nazi-ambientalisti ha colto l'occasione della pubblicazione dell'ORDINANZA TIPO che era una SCHEMA e non oro colato, per adottare una nuova ordinanza RESTRITTIVISSIMA che non consente deroghe.

    La stessa ordinanza Regionale, che norma la circolazione FUORI DAI COMUNI è invece permissiva per le storiche o Euro0 sia in termini di deroghe che di orari.

    Tutti i Comuni che avevano ordinanze proprie, le hanno mantenute; quelli che non l'avevano, hanno adottato la "TIPO" finendo per penalizzare qualsiasi Euro0, storico o meno.

    Marnati e l'ASI hanno convenuto che l'ordinanza del Comune di Torino è demenziale, e lo stesso comune di Torino nella prossima stagione, (dice che) applicherà le deroghe per le storiche in funzione dello studio ASI+ARPA Piemonte che ha appena dimostrato i livelli irrisori dell'inquinamento prodotto dalle storiche.
    "Indicare se cieco, sordo, imbecille, scemo di mente o mentecatto"- Censimento del Regno d'Italia - 1871

Discussioni Simili

  1. VW 1776 da mettere a punto
    Di PlataVW nel forum Motore e Cambio
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24/02/2021, 21:31
  2. Lombardia: blocchi anticipati (1° Ottobre-31 Marzo)
    Di Michele nel forum Chiacchere del Club
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 03/10/2017, 21:59
  3. Lombardia, 15 Aprile: fine dei blocchi
    Di Michele nel forum Chiacchere del Club
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 16/04/2012, 22:00
  4. blocchi euro 0/1
    Di dado67 nel forum Servizio Tecnico MKC
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 27/09/2011, 09:20
  5. Help (messa a punto carburatore)
    Di WakanTanka nel forum Servizio Tecnico MKC
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 06/07/2011, 12:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •